Investment

Un esempio di trend profittevole: il Petcare

by Giacomo Calef

Un esempio di trend profittevole: il Petcare 

Un settore che sta beneficiando di buoni margini di crescita e che potrebbe rappresentare un’interessante opportunità per il lungo periodo è, senza dubbio, quello del Petcare. Quest’ultimo, in particolare, si riferisce ad una serie di prodotti e servizi atti ad offrire cure e benessere agli animali domestici, dal cibo alle toelettature, e molto altro.

Crescita attesa dell’industria globale del Petcare nel 2025 (CAGR=tasso di crescita annualizzato)

Questo settore si è consolidato sempre di più negli ultimi dieci anni per via di varie fusioni e acquisizioni, a tal punto che le prime quattro società possiedono ora una quota di circa il 65% del mercato globale per fatturato, e sono dei player altamente profittevoli. Inoltre, come possiamo osservare dal grafico in alto, ci si attende ancora una forte crescita per il futuro: il valore dell’industria globale nel 2018 ammontava a circa 190 miliardi di dollari e nel 2025 potrebbe salire fino a quasi 270 miliardi, con un tasso di crescita annualizzato del 5%. Non solo, nella crisi pandemica di quest’anno, il Petcare ha mostrato una resilienza importante: ad esempio il colosso Nestlè nei primi sei mesi del 2020 ha registrato un calo dei ricavi in sei delle sette linee di business attive, tranne in quella dedicata proprio agli animali domestici. Ma per quale motivo è stato riscontrato questo forte interesse da parte del mercato? La ragione principale è legata ai molteplici benefici che gli animali domestici possano portare alla propria salute. Ad esempio, secondo alcuni studi detenere un animale domestico permette di ridurre la pressione sanguigna, spesso causa di patologie gravi da ipertensione come cardiopatia o infarto del miocardio. Inoltre, aiuta anche la “salute psicologica”, poiché è possibile alleviare la sensazione di solitudine e l’uomo se n’era già accorto da molto tempo: si pensi che detenere cani come animali domestici risale a ben prima di 16mila anni fa e ad oggi circa il 44% delle famiglie europee detiene almeno un animale da compagnia. Pertanto, alla luce delle considerazioni fatte, abbiamo deciso di includere, già da alcuni mesi, il Petcare come segmento altamente profittevole in uno dei macro-temi di investimento su cui vogliamo focalizzarci per i prossimi anni: l’Healthcare (la Salute). Inoltre, prediligiamo un’esposizione adeguatamente diversificata, selezionando player con brand consolidati che si occupano sia di fornitura di farmaci e vaccini per uso veterinario (oltre ad antiparassitari, prodotti dermatologici e additivi per mangimi medicali) che di diagnostica veterinaria, attraverso software e dispositivi specializzati per analizzare le patologie degli animali.

 

Fonti: Notz Stucki Research, Statista, commonthreadco.com, Ako Capital Research

Di seguito l’ultima nota settimanale del nostro ufficio di Milano.

Nota settimanale 23 10 2020

  1. Panoramica macro
  2. USA: una fotografia della situazione geopolitica pre-elezioni
  3. Un esempio di trend profittevole: il Petcare

 

 

Disclaimer

Le performance passate non sono in nessun caso indicative per i futuri risultati. Le opinioni, le strategie ed i prodotti finanziari descritti in questo documento possono non essere idonei per tutti gli investitori. I giudizi espressi sono valutazioni correnti relative solamente alla data che appare sul documento.

Questo documento non costituisce in alcun modo una offerta o una sollecitazione all’investimento in nessuna giurisdizione in cui tale offerta e/o sollecitazione non sia autorizzata né per nessun individuo per cui sarebbe ritenuta illegale. Qualsiasi riferimento contenuto in questo documento a prodotti finanziari e/o emittenti è puramente a fini illustrativi, ed in nessun caso deve essere interpretato come una raccomandazione di acquisto o vendita di tali prodotti. I riferimenti a fondi di investimento contenuti nel presente documento sono relativi a fondi che possono non essere stati autorizzati dalla Finma e perciò possono non essere distribuibili in o dalla svizzera, ad eccezione di alcune precise categorie di investitori qualificati. Alcune delle entità facenti parte del gruppo Notz Stucki o i suoi clienti possono detenere una posizione negli strumenti finanziari o con gli emittenti discussi nel presente documento, o ancora agire come advisor per qualsiasi degli emittenti stessi.

I riferimenti a mercati, indici, benchmark, cosi come a qualsiasi altra misura relativa alla performance di mercato su uno specifico periodo di riferimento, sono forniti esclusivamente a titolo informativo.

Il contenuto di questo documento è diretto ai soli investitori professionali come definiti ai sensi della direttiva Mifid, quali banche, imprese di investimento, altri istituti finanziari autorizzati o regolamentati, imprese di assicurazione, organismi di investimento collettivo e società di gestione di tali fondi, i negoziatori per conto proprio di merci e strumenti derivati su merci, soggetti che svolgono esclusivamente la negoziazione per conto proprio su mercati di strumenti finanziari e che aderiscono indirettamente al servizio di liquidazione, nonché al sistema di compensazione e garanzia; altri investitori istituzionali, agenti di cambio e non è da intendersi per l’uso di investitori al dettaglio. Accettando questi termini e condizioni, l’utilizzatore conferma e comprende che sta agendo come investitore professionale o suo rappresentante e non come investitore al dettaglio.

Informazioni aggiuntive disponibili su richiesta

© Notz Stucki Group

Return to listing
back to
the top