Investment

Il punto sulla rotazione settoriale

by Giacomo Calef

Il punto sulla rotazione settoriale 

L’arrivo dei vaccini ha rappresentato un vero e proprio punto di svolta per i mercati azionari, in quanto i titoli appartenenti alla componente settoriale più ciclica dell’economia hanno cominciato ad essere più attraenti. In particolare, osserviamo nel grafico a che punto siamo con la rotazione.

In corrispondenza della barra verticale posta all’inizio di Novembre (più precisamente, 31/10/2020), mese in cui sono stati annunciati i risultati sui primi vaccini, abbiamo individuato l’inizio di una 1° fase della rotazione a favore dei titoli maggiormente esposti al ciclo economico. Osserviamo alcune componenti del grafico, procedendo per colori:
Value vs Growth USA: dal 31/10/2020 al 16/02/2021 i Value (più esposti al ciclo economico) stanno sovraperformando i Growth (meno esposti al ciclo economico) del +3% circa. Si noti che, oltretutto, tale overperformance è stata generata solo nei primi dieci giorni della rotazione;
Europa vs USA: dal 31/10/2020 al 16/02/2021 l’azionario europeo (più esposto al ciclo economico) sta sovraperformando quello USA (meno esposto al ciclo economico) del +0,5% circa. In questo caso la componente geografica influisce maggiormente a sfavore dell’Europa, viste le difficoltà riscontrate nelle campagne vaccinali;
Mid Cap vs Large Cap USA: dal 31/10/2020 al 16/02/2021 le Mid Cap (più esposte al ciclo economico) stanno sovraperformando le Large Cap (meno esposte al ciclo economico) del +6,6% circa. Si noti come in questo la caso la rotazione sia costante e ancora in fase di progressione;
Value vs Growth Europa: dal 31/10/2020 al 16/02/2021 i Value (più esposti al ciclo economico) stanno sovraperformando i Growth (meno esposti al ciclo economico) del +8.9% circa. Anche per quanto riguarda l’Europa, l’overperformance è stata generata nei primi dieci giorni della rotazione;
Quality Recovery vs MSCI World: dal 31/10/2020 al 16/02/2021 la nostra selezione di titoli definita “Quality Recovery” (più esposta al ciclo economico) sta sovraperformando l’azionario mondiale (meno esposto al ciclo economico rispetto al precedente) del +9.2% circa.
Ma riteniamo, in particolare, che la rotazione non abbia ancora raggiunto il suo termine: le forze reflazionistiche sono importanti, gli stimoli fiscali e monetari sono imponenti ed il miglioramento della situazione sanitaria potrebbero dare luogo ad una 2° fase. Pertanto, per la parte azionaria del portafoglio suggeriamo di mantenere un’esposizione ben diversificata tra i cosiddetti titoli “stay-at-home”, che hanno corso parecchio durante la pandemia, e quelli “back-to-normal”, in modo da beneficiare del prossimo rialzo dei mercati.

Fonti: Notz Stucki Research, Bloomberg

Di seguito l’ultima nota settimanale del nostro ufficio di Milano.

Nota settimanale 19.02.2021

  1. Panoramica macro
  2. Il punto sulla rotazione settoriale
  3. La salute prima di tutto: il trend dell’healthcare

 

 

 

 

 

Disclaimer

Le performance passate non sono in nessun caso indicative per i futuri risultati. Le opinioni, le strategie ed i prodotti finanziari descritti in questo documento possono non essere idonei per tutti gli investitori. I giudizi espressi sono valutazioni correnti relative solamente alla data che appare sul documento.

Questo documento non costituisce in alcun modo una offerta o una sollecitazione all’investimento in nessuna giurisdizione in cui tale offerta e/o sollecitazione non sia autorizzata né per nessun individuo per cui sarebbe ritenuta illegale. Qualsiasi riferimento contenuto in questo documento a prodotti finanziari e/o emittenti è puramente a fini illustrativi, ed in nessun caso deve essere interpretato come una raccomandazione di acquisto o vendita di tali prodotti. I riferimenti a fondi di investimento contenuti nel presente documento sono relativi a fondi che possono non essere stati autorizzati dalla Finma e perciò possono non essere distribuibili in o dalla svizzera, ad eccezione di alcune precise categorie di investitori qualificati. Alcune delle entità facenti parte del gruppo Notz Stucki o i suoi clienti possono detenere una posizione negli strumenti finanziari o con gli emittenti discussi nel presente documento, o ancora agire come advisor per qualsiasi degli emittenti stessi.

I riferimenti a mercati, indici, benchmark, cosi come a qualsiasi altra misura relativa alla performance di mercato su uno specifico periodo di riferimento, sono forniti esclusivamente a titolo informativo.

Il contenuto di questo documento è diretto ai soli investitori professionali come definiti ai sensi della direttiva Mifid, quali banche, imprese di investimento, altri istituti finanziari autorizzati o regolamentati, imprese di assicurazione, organismi di investimento collettivo e società di gestione di tali fondi, i negoziatori per conto proprio di merci e strumenti derivati su merci, soggetti che svolgono esclusivamente la negoziazione per conto proprio su mercati di strumenti finanziari e che aderiscono indirettamente al servizio di liquidazione, nonché al sistema di compensazione e garanzia; altri investitori istituzionali, agenti di cambio e non è da intendersi per l’uso di investitori al dettaglio. Accettando questi termini e condizioni, l’utilizzatore conferma e comprende che sta agendo come investitore professionale o suo rappresentante e non come investitore al dettaglio.

Informazioni aggiuntive disponibili su richiesta

© Notz Stucki Group

Return to listing
back to
the top
Your browser is not supported. Please use another browser.