Investment

Il cambiamento dell’universo obbligazionario

by Giacomo Calef

Il cambiamento dell’universo obbligazionario

Questa crisi non preannunciata, oltre a cambiare il nostro modo di vivere, ha influito anche sul modo di approcciare agli investimenti. Oggi vogliamo delineare i cambiamenti relativi all’universo obbligazionario, tracciando una linea netta che distingue la situazione pre e post-Covid.

PRIMA – Prima dello scoppio dell’epidemia da Covid-19, potevamo osservare un restringimento significativo degli spread sull’intero comparto obbligazionario, a seguito di un anno, come quello del 2019, caratterizzato da politiche monetarie fortemente accomodanti, che hanno portato ad una riduzione dei tassi sui finanziamenti, ma, al tempo stesso, ad un aumento importante dello stock di debito globale. Tale contesto riguardava non solo i bond ad alto merito creditizio (Investment Grade), ma anche quelli ad alto rendimento (High Yield), ovvero emessi da società con un maggior rischio di insolvenza. In un comparto in cui la ricerca del rendimento da parte degli investitori era più che assidua, il Treasury americano era uno dei pochi asset che potevano occupare uno spazio importante del portafoglio, sia perché il rendimento era ancora accettabile (al 01/01/2020 il decennale del titolo di Stato USA era pari a 1,9% circa), sia perché assumeva una funzione di hedging a fronte di possibili ribassi di mercato. Noi, prima della crisi, avevamo inserito un Treasury in portafoglio, per perseguire gli scopi suddetti, mentre avevamo limitato fortemente l’esposizione verso gli High Yield.

DOPO – Il crollo verticale dei mercati e dell’economia ha spinto gli investitori a caccia di liquidità per coprire le perdite, portando un forte allargamento degli spread dei tassi interesse sul comparto obbligazionario. In particolare, si è originato un momento di “flight to quality” verso il governativo, che ha portato i rendimenti dei titoli ritenuti più solidi a comprimersi ancora di più. Ad esempio, si veda il rendimento decennale del Bund, che a inizio anno era pari a -0,19%, ha toccato il minimo a -0,86% nel mese di Marzo, e ora è al -0,4% circa. Inoltre, la FED ha azzerato in un batter d’occhio i tassi di interesse, spingendo ancora più in basso i tassi dei Treasury, il cui rendimento decennale, ad oggi, è attorno a 0,7%. Pertanto, in tale contesto abbiamo deciso di limitare l’esposizione verso il governativo, approfittandone per vendere i treasury, e di non cambiare la nostra view negativa sul segmento High Yield, in quanto le aziende che avevano già debiti insostenibili sono ancora più a rischio default a causa della crisi. Pertanto, abbiamo rilevato due possibili soluzioni. La prima, ovvero cercare nuove opportunità nello stesso comparto obbligazionario, come ad esempio i Corporate Bond, facendo attenzione a diversificare tra emittenti appartenenti a settori ciclici e anti-ciclici, e le obbligazioni convertibili, che danno la possibilità di catturare parte della performance di un’azione, limitando al contempo il rischio di conseguire forti perdite. La seconda, ovvero lasciare da parte l’obbligazionario a favore di strategie Long/Short, che permettono comunque un adeguato controllo dei parametri di rischio e sfruttano diverse opportunità nell’azionario. In entrambi i casi poniamo molta attenzione alla scelta del gestore poiché, in un contesto così incerto, può fare la differenza.

Fonti: Notz Stucki Research, Bloomberg, Sole24Ore

Di seguito l’ultima nota settimanale del nostro ufficio di Milano.

Nota settimanale 26 06 2020

  1. Panoramica macro
  2. Flash di primo semestre: Stati Uniti, Europa e Cina
  3. Il cambiamento dell’universo obbligazionario

 

 

 

Disclaimer

Le performance passate non sono in nessun caso indicative per i futuri risultati. Le opinioni, le strategie ed i prodotti finanziari descritti in questo documento possono non essere idonei per tutti gli investitori. I giudizi espressi sono valutazioni correnti relative solamente alla data che appare sul documento.

Questo documento non costituisce in alcun modo una offerta o una sollecitazione all’investimento in nessuna giurisdizione in cui tale offerta e/o sollecitazione non sia autorizzata né per nessun individuo per cui sarebbe ritenuta illegale. Qualsiasi riferimento contenuto in questo documento a prodotti finanziari e/o emittenti è puramente a fini illustrativi, ed in nessun caso deve essere interpretato come una raccomandazione di acquisto o vendita di tali prodotti. I riferimenti a fondi di investimento contenuti nel presente documento sono relativi a fondi che possono non essere stati autorizzati dalla Finma e perciò possono non essere distribuibili in o dalla svizzera, ad eccezione di alcune precise categorie di investitori qualificati. Alcune delle entità facenti parte del gruppo Notz Stucki o i suoi clienti possono detenere una posizione negli strumenti finanziari o con gli emittenti discussi nel presente documento, o ancora agire come advisor per qualsiasi degli emittenti stessi.

I riferimenti a mercati, indici, benchmark, cosi come a qualsiasi altra misura relativa alla performance di mercato su uno specifico periodo di riferimento, sono forniti esclusivamente a titolo informativo.

Il contenuto di questo documento è diretto ai soli investitori professionali come definiti ai sensi della direttiva Mifid, quali banche, imprese di investimento, altri istituti finanziari autorizzati o regolamentati, imprese di assicurazione, organismi di investimento collettivo e società di gestione di tali fondi, i negoziatori per conto proprio di merci e strumenti derivati su merci, soggetti che svolgono esclusivamente la negoziazione per conto proprio su mercati di strumenti finanziari e che aderiscono indirettamente al servizio di liquidazione, nonché al sistema di compensazione e garanzia; altri investitori istituzionali, agenti di cambio e non è da intendersi per l’uso di investitori al dettaglio. Accettando questi termini e condizioni, l’utilizzatore conferma e comprende che sta agendo come investitore professionale o suo rappresentante e non come investitore al dettaglio.

Informazioni aggiuntive disponibili su richiesta

© Notz Stucki Group

Return to listing
back to
the top