Investment

L’anno in cui gli uomini sconfissero le macchine

by Cedric Dingens

Il 2020 è stato un anno particolarmente florido per la nostra gestione alternativa. Tutte le nostre strategie, sia Equity Long/Short, che Global Macro o Absolute Return, hanno generato performance ampiamente superiori a quelle dei mercati finanziari e dei loro indici di riferimento.

Un anno anomalo

Come colpiti da un onda anomala, nel 2020 siamo stati toccati da eventi assolutamente senza precedenti, che hanno fatto vacillare molte delle nostre certezze.

Di fatto tra la pandemia da Covid-19, che ha portato all’arresto delle economie mondiali, i caotici negoziati sulla Brexit e l’elezione presidenziale statunitense, le cui peripezie da poco concluse sono state degne di un romanzo distopico, i nervi degli operatori finanziari sono stati messi a dura prova.

Ecco perché il 2020 ha segnato il ritorno alla ribalta dei gestori attivi e del loro talento, dopo undici anni di mercato rialzista durante i quali i fondi gestiti da algoritmi, che si tratti di strategie quantitative o di prodotti indicizzati, hanno avuto gioco facile.

Le nostre allocazioni vincenti nel 2020

Gli algoritmi informatici si basano sull’analisi dei dati di mercato del passato per definire delle regole di comportamento e tentare di prevedere le evoluzioni future. Le vertiginose montagne russe dei mercati e la forte rotazione settoriale che hanno caratterizzato quest’anno inedito spiegano bene perché alcuni gestori quantitativi e fondi indicizzati non siano riusciti a cavarsela al meglio. Le strategie alternative di NOTZ STUCKI, invece, hanno svolto pienamente il loro ruolo protettivo, generando al contempo rendimenti superiori alla media. Ecco una panoramica delle nostre decisioni di allocazione che hanno permesso questo successo.

  • Cina. L’ampia posizione sovrappesata sul mercato cinese ci ha permesso di trarre vantaggio dalla sua ripresa. Infatti, diversamente da tutte le grandi economie mondiali che hanno subito duramente il rallentamento dovuto alle misure di lockdown, la Cina ha superato rapidamente la crisi sanitaria assumendo il ruolo di salvatrice del mondo, grazie alla produzione di mascherine, e ritrovando il cammino della crescita.
  • Equity Long Short. In linea generale la volatilità dell’anno appena trascorso è stata positiva per le strategie Long/Short, che hanno tratto vantaggio dai mercati sia rialzisti che ribassisti. Ma se l’anno è stato globalmente buono per le borse, che hanno rapidamente recuperato il crollo di marzo, i risultati sono stati fortemente disomogenei tra i settori. Era necessario quindi scegliere il buon cavallo su cui scommettere e reagire con rapidità ai bruschi movimenti dei mercati. È vero infatti che per una compagnia aerea o una società tecnologica, l’anno non ha decisamente avuto lo stesso sapore… In questo contesto, abbiamo tratto vantaggio dalla nostra preferenza per i fondi multi-settoriali con allocazione dinamica a scapito dei fondi specializzati su una tematica ristretta.
  • Global Macro. A lungo trascurati per via delle loro performance deludenti durante gli anni di mercato rialzista, i fondi Macro hanno ritrovato buoni andamenti nel 2020, grazie al grande ritorno della volatilità che ha permesso ai gestori più bravi di fare scommesse e dimostrare il loro talento.

Un impegno a lungo termine che dà i suoi frutti

Come le performance del 2020 lo hanno nuovamente dimostrato, esistono dei gestori di talento, delle star capaci di generare alfa e sovraperformare costantemente i loro pari. Ma tutta la difficoltà consiste nel trovare questi gestori, nel sceglierli con cura per combinarli all’interno di portafogli multi-manager performanti. Ed è proprio qui che la nostra expertise di oltre 50 anni fa la differenza.

Questo mestiere impegnativo richiede competenze specifiche che non si possono improvvisare e che necessitano al contrario di un vero e proprio impegno di lungo periodo:

  • Una perfetta comprensione delle strategie adottate. I gestori di hedge fund ricorrono a un’ampia gamma di tecniche complesse e impiegano strumenti finanziari sofisticati. La selezione dei gestori e la costruzione di portafogli multi-manager esigono dunque da parte dei nostri team di gestione una perfetta comprensione delle strategie adottate, allo scopo di poterne valutare la pertinenza e l’adeguatezza rispetto alle condizioni di mercato.
  • L’importanza del fattore umano. In un settore come quello finanziario che si focalizza a volte un po’ troppo sulle cifre, i nostri lunghi anni di esperienza ci hanno permesso di capire che il fattore umano è primordiale. Per questo motivo, oltre ad una valutazione quantitativa rigorosa, mettiamo in atto anche un’analisi qualitativa approfondita. È quindi per noi fondamentale incontrare ogni gestore, conoscerne i team, scoprirne l’organizzazione e capirne le motivazioni. Uno dei criteri che verifichiamo è, peraltro, il loro impegno personale al fianco dei loro clienti, a garanzia di un allineamento degli interessi.
  • La conoscenza del mercato. Diversamente dalla maggior parte dei fondi tradizionali, i gestori di hedge fund limitano spesso volontariamente le dimensioni dei propri fondi. Ciò permette loro di conservare dei volumi gestibili e di ottenere migliori performance, perché le loro strategie danno generalmente migliori risultati quando le dimensioni non sono troppo ampie. Gli hedge fund di successo chiudono quindi rapidamente le loro porte, ed è dunque essenziale disporre di un’eccellente rete di contatti per essere informati fin da subito del lancio di un nuovo fondo. In 50 anni abbiamo acquisito una reputazione unica nel mercato e siamo spesso una delle prime porte alle quali questi gestori vengono a bussare al momento del lancio.

Quali strategie per il 2021?

Con i mercati ai massimi, le economie ancora penalizzate dalla crisi sanitaria e l’arrivo di un nuovo presidente alla testa dell’economia più potente del mondo, i fattori di incertezza non mancano. Di conseguenza, i mercati potrebbero continuare ad evidenziare una forte volatilità, per effetto del nervosismo tra gli operatori.

Gli hedge fund potrebbero quindi rimanere ancora alla ribalta. Quali saranno le strategie vincenti? È troppo presto per dirlo, ma una cosa è certa: sarà bene affidarsi a un partner esperto e riconosciuto.

 

 

 

 

 

Le performance passate non sono in nessun caso indicative per i futuri risultati. le opinioni, le strategie ed i prodotti finanziari descritti in questo documento possono non essere idonei per tutti gli investitori. I giudizi espressi sono valutazioni correnti relative solamente alla data che appare sul documento. Questo documento non costituisce in alcun modo una offerta o una sollecitazione all’investimento in nessuna giurisdizione in cui tale offerta e/o sollecitazione non sia autorizzata né per nessun individuo per cui sarebbe ritenuta illegale. Qualsiasi riferimento contenuto in questo documento a prodotti finanziari e/o emittenti è puramente a fini illustrativi, ed in nessun caso deve essere interpretato come una raccomandazione di acquisto o vendita di tali prodotti. i riferimenti a fondi di investimento contenuti nel presente documento sono relativi a fondi che possono non essere stati autorizzati dalla Finma e perciò possono non essere distribuibili in o dalla Svizzera, ad eccezione di alcune precise categorie di investitori qualificati. alcune delle entità facenti parte del gruppo Notz Stucki o i suoi clienti possono detenere una posizione negli strumenti finanziari o con gli emittenti discussi nel presente documento, o ancora agire come Advisor per qualsiasi degli emittenti stessi. I riferimenti a mercati, indici, benchmark, cosi come a qualsiasi altra misura relativa alla performance di mercato su uno specifico periodo di riferimento, sono forniti esclusivamente a titolo informativo. Informazioni aggiuntive disponibili su richiesta.

© Notz Stucki Group

Return to listing
back to
the top
Your browser is not supported. Please use another browser.